Home

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '939' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'939\'\n AND `published` = \'1\'
Wonder Stories #3
Scritto da J. Coccia, D. Silipo   
Tuesday 04 January 2011

Film di genere fantastico (quindi horror, fantascienza e dintorni) di produzione recente e ancora inediti in Italia. In questo terzo appuntamento: Bad Biology, Jonah Hex, Vampire Girl VS. Frankenstein Girl, Monsters

 

Cos'è Wonder Stories:

Wonder Stories è uno speciale a puntate dedicato a tutto quel cinema di genere fantastico (quindi horror e fantascienza con annessi e connessi) proveniente da ogni parte del mondo e di produzione recente ma che ancora non si è visto sugli schermi italiani. Un appuntamento necessario dato che, grazie alle community di fansubbing e alle meraviglie del home video import, molti dei film che tratteremo possono essere recuperati e goduti anche da chi parla a malapena l’italiano.

 


 

Bad Biology

Regia: Frank Henenlotter (Usa, 2008)
Genere: Horror, Erotico Durata: 85 min.


Sedici lunghi anni dopo il terzo capitolo di Basket Case, Frank Henenlotter torna alla regia più ispirato che mai. Una giovane donna, vittima di uno scherzo genetico, conduce la sua vita tra eccessi sessuali e violenze. Quando pensa di aver finalmente incontrato la sua anima gemella – un ragazzo la cui vita sessuale è stata irrimediabilmente segnata da neonato a causa di un incidente in sala parto – il loro incontro darà vita ad un ultimo amplesso con conseguenze tragiche e terrificanti. Gli effetti digitali, la virtualizzazione di elementi e attori, o la qualsivoglia manipolazione elettronica della messa in scena sembra non aver minimamente inficiato la poetica del regista newyorkese, che limita l’uso della computer grafica solo ai brevi titoli di testa. Scelta azzardata ma in totale coerenza con i precedenti lavori, intrisi di humour nerissimo e profonda sensibilità per il tema della diversità. Il film, pur eccedendo in divertenti monologhi tramite voci fuori campo, regala situazioni di incredibile impatto, dalle deliranti procreazioni di Jennifer (interpretata da una strepitosa Charlee Danielson) alla fuga dell’organo sessuale dal corpo di Batz, talmente grottesca da toccare punte di disgusto e demenza davvero inedite. Difficile che la pellicola conosca la medesima notorietà (postuma) di titoli come Frankenhooker o Basket Case, ma ce ne fossero di giovani leve tanto folli da girare un horror sociale con protagonista una ninfomane assassina ed un ragazzo con un membro mostruoso e senziente! (Jacopo Coccia)

TRAILER

 


 

Jonah Hex

Regia: Jimmy Hayward (Usa, 2010)
Genere: Western, Soprannaturale

In Italia sembra destinato a uscire direttamente in dvd, e non c’è da stupirsi più di tanto: siamo dalle parti dei due Batman di Schumacher, per intenderci. Tratto dall’omonimo fumetto della DC Comics e sceneggiato da Neveldine e Taylor (registi di Crank e Gamer), Jonah Hex è un western dai tratti vagamente soprannaturali, che ha floppato di brutto sugli schermi a stelle e strisce. La storia è quella di un cacciatore di taglie (il Jonah del titolo) che, dopo essere stato sfigurato e depredato della sua famiglia per mano di un vecchio compagno d’armi, s’aggira per il vecchio west in cerca di vendetta. Facoltà speciale: può parlare con i morti. Già il fatto che Neveldine e Taylor l’abbiano scritto soltanto, rifiutandosi di dirigerlo per divergenze con la produzione, la dice lunga sul risultato finale. Jonah Hex è pura confezione, un pacchettino infiocchettato di pop fanciullesco che drena inesorabilmente mancando di qualsivoglia spina dorsale; volitivo anziché brutto. Un vero peccato, perché il personaggio principale è sicuramente interessante (anche nel suo restyling che gli consente di parlare ai morti) e Josh Brolin, a differenza del solito John Malkovich, è assolutamente perfetto per un ruolo del genere. Attendiamo il reboot. (Daniele ‘Danno’ Silipo)

TRAILER

 


 

Vampire Girl VS. Frankenstein Girl

Regia: Naoyuki Tomomatsu, Yoshihiro Nishimura (Giappone, 2009) Genere: Horror, Splatter Durata: 85 min.

Ritorno, sui medesimi territori grotteschi-splatter, di due nomi noti del panorama cinematografico giapponese contemporaneo: Naoyuki Tomomatsu (Zombie Self-Defense Force) e Yoshihiro Nishimura (Tokyo Gore Police). Tutto – fortunatamente – con maggiore leggerezza e autoironia, a voler confermare l’approccio divertito e intenzionalmente anticinematografico alla materia horror. Adorato da un’icona vivente quale è Bruce Campbell, il recente lavoro del controverso duo nipponico supera i limiti evidenti delle precedenti opere, appesantite da una narrazione segnata da un incedere “a livelli” e da imperdonabili ingenuità nella caratterizzazione dei personaggi. Come una sorta di cross-over tematico contaminato da elementi di commedia adolescenziale, Vampire Girl VS. Frankenstein Girl demistifica l’aura sacrale che ammanta le figure della grande cinematografia del terrore e moltiplica il valore simbologico della loro stessa rappresentazione filmica: il sangue diventa per i vampiri materia plasmabile, che permette di creare improbabili spade di emoglobina e pericolose seghe circolari. A condire il piatto – già di per sé ricco – di un’opera segnata da un’evidente bulimia visionaria, si affiancano una moltitudine di rimandi alla società e alla cultura nipponica. Eccessivo, infantile e squinternato, il film di Tomomatsu e Nishimura diverte senza pretese, fiero della cialtroneria goliardica delle situazioni narrate. Considerato in questi termini, un esperimento interessante. Ma il cinema è altra cosa. (Jacopo Coccia)

TRAILER

 


 

Monsters

Regia: Gareth Edwards (Gran Bretagna, 2010)
Genere: Fantascienza Durata: 94 min.

Da un film di mostri ci si aspettano i mostri, mentre da un film d’amore è lecito aspettarsi “rose e fiori”. Cosa succede, invece, se in un film d’amore ci si ritrova con i mostri alle calcagna e in un film di mostri ci si ritrova con i corteggiamenti di una giovane coppia in primo piano? Ipotesi prima: “ma che è sta roba? Aridatece Cloverfield!”. Ipotesi seconda: “Mumble, mumble... mica male tutto sommato!”. Monsters è quel film: narra lo sbocciare di una storia d’amore, sullo sfondo di un Messico invaso da alieni giganti che sembrano Cthulhu, e il suo punto di forza è proprio questo. Poteva essere l’ennesimo parapiglia, sparatutto, fuggi-fuggi, con i soliti personaggi scemi in pericolo e il solito eroe saccente che salva tutti (o solo qualcuno). Visto e stravisto ma infondo “rassicurante”. Monsters invece percorre una strada tutta sua, dove i mostri si vedono col contagocce (ma si percepiscono fin troppo), e l’amore è onnipresente pur senza sdolcinatezze. Spiazza qualsiasi aspettativa: non si capisce bene a cosa si sta assistendo, di che tipo di film si tratta, e questo gioca tutto a sua vantaggio. Se non si rimane vittima di preconcetti e aspettative errate, è probabile che ci si ritrovi ammaliati, in balia di una visione che è un viaggio nell’ignoto, proprio come quello intrapreso dai due protagonisti. La One Movie lo distribuirà in Italia a Marzo. (Daniele ‘Danno’ Silipo)

TRAILER

 

 

THE ALIEN INVASION SURVIVAL HANDBOOK

Monsters di Gareth Edwards e District9 di Neill Blomkamp sono solo i più recenti film a metterci in guardia dai pericoli di un’invasione aliena. E se accadesse davvero? Se gli alieni scendessero tra noi per farci tanto male? Cosa faremmo, staremmo a guardare? Per fortuna esiste The Alien Invasion Survival Handbook: A Defense Manual for the Coming Extraterrestrial Apocalypse di W. H. Mumfrey, un manuale per difendersi dalle invasioni aliene, ricco di suggerimenti pratici per non lasciarci le penne. Innanzitutto il libro precisa che gli alieni sono già tra noi e che la razza umana è in pericolo (giusto per rompere il ghiaccio), proprio per questo è un nostro dovere civico e morale imparare a difenderci dai temibili nemici spaziali. Quindi largo ai consigli: dai metodi per eludere l’inseguimento di dischi volanti, alle tecniche di combattimento uomo-alieno (con tanto di illustrazioni deliranti). Ovviamente si tratta di uno scherzo, un libro umoristico sulla falsariga del più noto The Zombie Survival Guide di Max Brooks. Lo trovate in vendita su Amazon, buona lettura.

 

 

 

 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '46' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'46\'\n AND `published` = \'1\'

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU

 

 


 

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '48' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'48\'\n AND `published` = \'1\'

Cinema Bizzarro

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '43' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'43\'\n AND `published` = \'1\'

Ultimi commenti

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT eco.`id`, eco.`contentid`, eco.`comment`, ct.`title` as ct_title FROM `jos_easycomments`as eco INNER JOIN `jos_content` AS ct ON ct.`id` = eco.`contentid` WHERE eco.`published` = '1' ORDER BY eco.`date` DESC LIMIT 6

Chi e' online

Abbiamo 6 visitatori online