Home

Drive-in: Marionette e Burattini
Scritto da Daniele 'Danno' Silipo   
Monday 06 February 2012

[Drive-in: liberi itinerari d'ispirazione cinematografica] Si affaccia all'orizzonte il nuovo film dei Muppet, uscito il 3 febbraio 2012. Cogliamo la palla al balzo andando a scavare nei meandri del cinema più bizzarro, in cerca di altri film a base di marionette e/o burattini...

 

Invaders from the Deep
di D. Elliott, J. Kelly, D. Lane, D. Saunders (UK, 1981)

Correva l'anno 1964 quando fece la sua comparsa sugli schermi televisivi britannici una serie denominata Stingray, sullo stile della più nota (ma successiva di pochissimo) Thunderbirds. Ma attenzione a non cadere in errore: i due serial, oltre a condividere la tecnica di animazione chiamata Supermarionation, hanno un altro punto in comune, il creatore Gerry Anderson, una vera e propria istituzione per quanto riguarda prodotti di questo tipo. Stingray, sostanzialmente, ruota intorno alle avventure di un sottomarino iperaccessoriato e altamente sofisticato, una sorta di Supercar dei fondali marini. Negli anni 80, dalla serie, sono stati tratti due film, il primo è The Incredible Voyage of Stingray (1980), il secondo è Invaders from the Deep (1981).

 


 

Dark Crystal
di Jim Henson, Frank Oz (Usa/Uk, 1982)

Di culto oltreoceano e quasi sconosciuto dalle nostre parti, Dark Crystal, è un film realizzato con delle marionette talmente ben fatte da non sembrare tali. É così poco “marionettistico” che potevamo anche non metterlo in lista, ma in realtà merita un posto d'onore poiché in cabina di regia ci sono i due burattinai più importanti di Hollywood: Jim Hanson (creatore dei Muppet) e Frank Oz (che tra le altre cose ha animato lo Yoda di Star Wars con le sue manine). Sicuramente un capolavoro di tecnica ambientato in un mondo da favola.

 


 

Meet the Feebles
di Peter Jackson (NZ, 1989)

E questo dovreste conoscerlo tutti. Trattasi dell'opera seconda di Peter Jackson, una parodia politicamente scorrettissima del Muppet Show, in cui adorabili animaletti compiono nefandezze da galera. C'è un tricheco che traffica in droga e pornografia, un verme fumatore incallito, un ragno assassino e un fiorire di amplessi misti e atti di violenza. Il tutto ovviamente in una veste ironica che non ammette “scandali”. Un vero spasso.

 


 

Puppet master
di David Schmoeller (Usa, 1989)

Una delle saghe horror più note e longeve della storia, prodotta da quell'instancabile simpaticone di Charles Band. Nove episodi più un bizzarro crossover con un altro famoso franchise di casa Band: Puppet Master VS Demonic Toys (2004). L'idea di base della serie è, come sempre, frizzante al punto giusto, imperniata sulle vicende di alcuni burattini senzienti (a volte buoni, a volte cattivi) che se ne vanno in giro a massacrare la gente o ad ammazzarsi fra loro. Va detto che i vari Puppet Master non brillano certo per senso del ritmo, anzi sono piuttosto soporiferi, ma la vera ragion d'essere del franchise sono ovviamente le creaturine protagoniste che con il loro aspetto e i loro atti nefasti “colorano” il tutto a sufficienza.

 


 

Bad Pinocchio
di Kevin Tenney (Usa, 1996)

Non potevamo certo ignorare il burattino più famoso di tutti i tempi, tale Pinocchio, che in questo caso diventa Bad, inforca il coltellaccio e inizia a mietere vittime. Sorta di rip-off scadente del più conosciuto Bambola assassina (1988), cerca di tener desta l'attenzione con qualche apparizione di culi e tette nei momenti di stanca. Normale amministrazione.

 


 

Legend of the Sacred Stone
di Chris Huang (Taiwan, 2000)

Un wuxia così non l'avete visto mai. Tra demoni e guerrieri, le classiche evoluzioni acrobatiche del genere, sono ad uso e consumo di splendide marionette, che certo non hanno la stessa sinuosità dei loro “maestri” in carne ed ossa, ma quanto a fascino non hanno eguali. Ottimo anche il lavoro scenografico, per un film che dimostra un tecnica di “miniaturizzazione” (di un genere prima che di un “mondo”) davvero straordinario.

 


 

 

 

 

 

 

Domani la seconda e ultima parte

 

A cura di Daniele 'Danno' Silipo

 

» 2 Commenti
1"figo"
il Tuesday 07 February 2012 11:02by Ale
Potrebbe rientrare nella categoria anche Team American - World Police di Trey Parker
2Commento
il Tuesday 07 February 2012 11:03by Danno
Ciao! 
Nella seconda parte dello special, on line oggi, c'è Team America e tanti altri ancora. Buona lettura.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU