Home

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '1146' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'1146\'\n AND `published` = \'1\'
Drive in: Chi vuol esser Capitan America?
Scritto da Daniele 'Danno' Silipo   
Tuesday 31 May 2011

Drive-in: liberi itinerari d'ispirazione cinematografica. Il mese prossimo dovrebbe arrivare nelle sale italiane Captain America di Joe Johnston, nuovo adattamento di un notissimo supereroe Marvel difensore della patria. Un buon motivo per andare a scoprire altri supereroi patriottici molto bizzarri.

 

Chi è Capitan America? Forse, prima di tutto, è bene chiedersi cosa rappresenta, e ancora una volta per rispondere al quesito ci viene in soccorso Wikipedia: “Il personaggio è nato come elemento di propaganda durante la Seconda guerra mondiale, dove rappresentava un'America libera e democratica che si opponeva ad un'Europa imperialista e bellicosa, ed ebbe un grande successo di pubblico; tuttavia con la fine del conflitto perse la sua popolarità, nonostante un (vano) tentativo di riciclarlo come cacciatore di comunisti durante i primi anni della guerra fredda. Quando, nel 1964, Stan Lee decise di riprendere il personaggio (nel numero 4 della serie Avengers), lo privò di quegli elementi nazionalistici che aveva in origine ma lo ripropose donandogli una sensibilità e un'umanità tutta nuova, e molto spesso le sue storie venivano utilizzate per denunciare le differenze sociali e la corruzione presenti nella società americana, a rappresentare una sorta di "coscienza" reale dell'America”.

Ora addentriamoci alla scoperta delle sue origini. Capitan America (Captain America in lingua originale), è l'alter ego supereroistico di tal Steve Rogers, un giovane che durante la Seconda guerra mondiale – prima di diventare “super” – avrebbe voluto arruolarsi per servire la patria in guerra, desiderio frustrato da un corpo troppo gracile e quindi da un esito negativo alla visita di leva. Ma ovviamente la svolta è dietro l'angolo: gli viene offerto di partecipare ad un esperimento segreto che dovrebbe dare origine a un esercito di super soldati. Rogers accetta e, tramite un preparato chimico, sviluppa qualità fisiche e mentali davvero esorbitanti. Nel frattempo, lo scienziato che aveva dato origine all'esperimento, muore ucciso da una spia nazista e Steve Rogers rimane l'unico esemplare di super soldato sulla faccia della terra: Capitan America.

 

CAPITAN AMERICA: I PRECEDENTI

 

Captain America (1944)
Prima di questo imminente adattamento di Johnston, Capitan America è stato trasposto al cinema in altre due occasioni. La prima volta risale niente meno che al 1944 in Captain America (conosciuto anche con il titolo Return of Captain America) di Elmer Clifton e John English; non si tratta di un vero e proprio film, ma di un serial cinematografico suddiviso in quindici capitoli. Tanto per capirci, i serial cinematografici (o serial film, o movie serial), erano dei veri e propri film a puntate, antesignani dei serial tv, che venivano proiettati nei cinema (soprattutto americani) tra gli anni 30 e 50: ogni puntata restava in cartellone una settimana e poi cedeva il posto a quella successiva. Questo Captain America del '44 è stato prodotto da una vera e propria istituzione in tale genere, la Republic Pictures, casa di produzione e distribuzione statunitense fondata nel 1935, specializzata in serial film tratti da noti fumetti. Accolto discretamente dalla critica dell'epoca, non è molto amato dai fumettofili di oggi per le numerose discordanze rispetto al materiale originale (una su tutte: al posto del semi-soldato Steve Rogers, sotto la maschera di Capitan America c'è il procuratore distrettuale Grant Gardner).

 

Captain America (1990)
Ma il film che più di tutti desta il nostro interesse, è il Capitan America del 1990, diretto da quel mito dello straight to vhs che risponde al nome di Albert Pyun (Nemesi, Cyborg). Si tratta di un “tentato blockbuster”, ridottosi in corso d'opera al rango di b-movie causa fondi diventati via via sempre più infimi. Il povero Pyun se lo vide addirittura togliere di mano in sede di montaggio: la produzione si occupò del “taglia e cuci” prima di fiondarlo sul mercato home video senza troppi complimenti, consegnando alla storia l'ennesimo flop-movie, esposto al generoso ludibrio di pubblico e critica. Il buon Pyun sembra però intenzionato a non mollare: notizie recenti danno per certa la realizzazione di un blu-ray contentente il Director's Cut del Capitan America anni '90; 124 minuti contro i 97 della prima edizione, praticamente un altro film. Mentre aspettiamo la rivincita non ci resta che sbavare sul vecchio trailer.

 


 

ALTRI SUPEREROI PATRIOTTICI

 

Evviva la libertà [Mister Freedom] (1969)

Diretto dal folle regista francese William Klein, questo Evviva La Libertà (titolo originale Mister Freedom), è un'opera ultrapop come poche altre, in cui il super-sceriffo americano Mister Freedom deve raggiungere la Francia per liberarla dagli infiltrati comunisti provenienti da Cina e Russia. Fracassone, visionario e coloratissimo, ha il suo meglio, oltre che nell'umorismo a getto continuo, in tutto ciò che rientra nella sfera dei costumi e delle scenografie (strepitosi i nemici che si troverà ad affrontare). Una critica per niente velata alla “esportazione di democrazia” tipicamente americana. Un tema sempre attuale (correva l'anno 1969). Incredibile.

 


 

The Return of Captain Invincible (1984)

Dopo essere stato un'eroe della Seconda guerra mondiale, celebre per la sua lotta contro il nazismo, Captain Invincible, è stato presto dimenticato da tutti, anche perché sospettato di simpatizzare per i comunisti. Molti anni dopo però si presenta una nuova occasione per tornare alla ribalta: una potente arma è stata sottratta dal Pentagono, e il responsabile è tale Mister Midnight, una vecchia conoscenza di Captain Invincible. Ma il supereroe è bollito, alcolizzato, non ricorda più nulla dei suoi poteri e ci metterà un po' per tornare in carreggiata. Diretto da Philippe Mora (L'ululato 2), The Return of Captain Invincible, sembra quasi un ripp off australiano del Mister Freedom di cui sopra ma, a quanto si dice in giro, pare non avere né la stessa verve né la stessa incisività satirica, in compenso ha diversi siparietti “musical” che ce lo rendono simpatico.

 


 

Capitan Basilico (2008)

Finiti i superpaladini a stelle e striscie, è giunto il momento di guardare in casa nostra, dove risiede Capitan Basilico, protettore della Liguria e dei suoi abitanti. Realizzato a basso costo dai Buio Pesto (già responsabili nel 2004 di un'altra follia come Invaxön - Alieni in Liguria), nel film vedremo Capitan Basilico alle prese con la sua vendicativa ex fidanzata Regina che, dopo averlo rapito, libererà in liguria una banda di supereroi non proprio rassicuranti. Ma per fortuna non tutto è perduto. Tantissimi i volti noti che si sono prestati al gioco: Giorgia Würth, Enrico Ruggeri, Giorgio Faletti, Ale & Franz, Elio e le Storie Tese, Er Piotta. Da recuperare.

 


 

Captain Berlin versus Hitler (2009)

Avete presente il temibile regista tedesco Jörg Buttgereit, autore di film estremi come Nekromantik e Schramm? Bene, il buon Buttgereit, prima di scoprire il piacere del sangue era un tipo simpatico che, in uno dei sui primi corti, decise di raccontare le vicende di tal Captain Berlin, buttandola in burletta (titolo del corto: Captain Berlin - Retter der Welt del 1982). Oggi, dopo le mega abbuffate di ultraviolenza e ben sedici anni di silenzio (nel lungo), torna sui suoi passi e tira fuori dal cilindro questo Captain Berlin versus Hitler, in cui il supereroe del titolo dovrà affrontare il Führer, resuscitato da un'altra gust star come il Conte Dracula. Bizzarrissimo come piace a noi.

 

 

Speciale a cura di Daniele 'Danno' Silipo

 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '46' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'46\'\n AND `published` = \'1\'

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU

 

 


 

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '48' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'48\'\n AND `published` = \'1\'

Cinema Bizzarro

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '43' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'43\'\n AND `published` = \'1\'

Ultimi commenti

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT eco.`id`, eco.`contentid`, eco.`comment`, ct.`title` as ct_title FROM `jos_easycomments`as eco INNER JOIN `jos_content` AS ct ON ct.`id` = eco.`contentid` WHERE eco.`published` = '1' ORDER BY eco.`date` DESC LIMIT 6

Chi e' online

Abbiamo 34 visitatori online