Home arrow Focus arrow Alan Smithee: il regista che non esiste...

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '52' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'52\'\n AND `published` = \'1\'
Alan Smithee: il regista che non esiste... PDF 
Scritto da Daniele 'Danno' Silipo   
Tuesday 23 September 2008

Uno, nessuno, centomila: chi è Alan Smithee? La storia del regista inesistente che ruba l'identità ai cineasti americani.

Se durante i titoli di testa di un film ci si imbatte nella dicitura "diretto da Alan Smithee", bisogna iniziare a mettere in preventivo che lo spettacolo a cui si assisterà, probabilmente, non sarà dei migliori. Con questo non si intende dire che Alan Smithee sia il peggior regista della storia: lo scettro appartiene di diritto a quel gran genio di Ed Wood, semplicemente bisogna tener presente che Smithee non è un regista come gli altri. Anzi, è vero l'esatto contrario: gli altri registi a volte sono come Smithee.

 

Sommario:

 

STORIA DI UN MITO

Alan Smithee (o anche Allen Smithee) è uno pseudonimo utilizzato dai registi hollywoodiani quando vogliono disconoscere un proprio film. Generalmente questo avviene quando le ingerenze delle case produttrici si fanno troppo pesanti e il materiale di partenza di un film viene rimaneggiato così tanto che, il regista originale, non lo riconosce più come suo. Ed ecco spuntare Alan Smithee: un modo per rimanere anonimi e, allo stesso tempo, per denunciare i ‘soprusi’ di chi mercanteggia con la settima arte.

Il primo film ad utilizzare tale pseudonimo fu il western Ultima notte a Cottonwood (1969). Richard Widmark, star principale del film, non andava molto d'accordo con il regista originale Robert Totten e, in corso d'opera, riuscì a farlo sostituire da Don Siegel. Quando il film venne ultimato, Siegel, rifiutò di firmarlo, affermando che la parte più grossa era stata diretta da Totten. Ma Totten non poteva comparire sui titoli di testa, perché il capriccioso attore Widmark, si opponeva con forza a tale eventualità. Ben presto si arrivò a un compromesso e il film, con buona pace di tutti, venne accreditato al regista fittizio Alan Smithee. Da quel momento in poi, questo pseudonimo, venne accettato come convenzione dalla Director's Guild of America (sindacato che rappresenta i registi cinematografici e televisivi statunitensi), ad uso di tutti quei registi e sceneggiatori che avrebbero potuto sentire la necessità di non firmare le proprie opere a causa di gravi manipolazioni esterne.

Alan Smithee iniziò a proliferare. Oggi, il suo nome, si può trovare stampato su film di tutti i generi, su opere destinate al piccolo schermo e, addirittura, su videoclip, fumetti e cd musicali. Se proprio si vuol rintracciare una poetica comune a tutti i film di questo regista inesistente, la si può trovare nella mediocrità che, per ovvi motivi, pervade molte delle sue opere (non mancano eccezioni).


PERCHÉ "ALAN SMITHEE"?

L'origine di questo nome è piuttosto dibattuta. Molti affermano sia l’anagramma di 'The Alias Men', ma questo rischia di non essere del tutto vero. Non a caso, infatti, il primo nome fittizio a cui si pensò per firmare Ultima notte a Cottonwood fu semplicemente quello di 'Al Smith', ma venne poi accantonato perché esisteva già un regista con quel nome. È molto probabile, quindi, che si iniziò a pensare ad un nome 'singolare', che avrebbe preservato i registi passati, presenti e futuri da imbarazzanti omonimie. 'Alan Smithee', con l'insolita doppia "e" finale, garantiva questa sicurezza.

"HOLLYWOOD BRUCIA" E SMITHEE MUORE

Tutte le cose, prima o poi finiscono. E la fine (parziale) del buon Alan ebbe inizio con il film Hollywood Brucia. Si tratta di una commedia del 1998 diretta da Arthur Hiller, la cui trama vede protagonista proprio un regista che si chiama Alan Smithee. Costui è chiamato a dirigere Trio, un film importante che può dare una svolta alla sua carriera. Ma l'industria cinematografica ci metterà lo zampino iniziando ad osteggiare il film. La reazione del protagonista non tarderà ad arrivare: a pochi giorni dalla prima cinematografica, ruberà il negativo di Trio minacciando di dargli fuoco.

Ironia della sorte: il regista Arthur Hiller ci rimase molto male quando, al suo montaggio del film, la casa di produzione preferì quello dello sceneggiatore Joe Eszterha; Hiller, per protesta, decise di firmarsi Alan Smithee!

Dopo questo film la Director's Guild of America fece dietrofront, depennando la convenzione 'Alan Smithee' e screditandone la validità. Ma il buon Alan non muore mai. Ci sono film che, anche in tempi recenti, a convenzione decaduta, continuano a riportare l’infame marchio in copertina.


VERY IMPORTANT SMITHEE

Molti registi noti si sono celati dietro la rassicurante firma del regista inestente, spesso solo per ovviare a quelle versioni dei loro film ultratagliate poichè destinate alla tv e alla diffusione sugli aerei di linea. Ci sono infatti dei film che mantengono, nella loro forma cinematografica base, il nome originale del regista e si manifestano come prodotti di Alan Smithee solo in alcune versione 'apocrife', non approvate dagli autori reali. Questo accadeva principalmente negli Stati Uniti degli anni '90. Tra le vittime illustri, vale la pena citare David Lynch e il suo Dune (rilasciato in diverse versioni alcune delle quali disconosciute dal regista) e Michael Mann con il suo Heat (che non ebbe il cuore di firmarne anche la versione edulcorata e rassicurante realizzata per sollazzare i passeggeri in volo).

Ma anche Robert Altman, in un'occasione, ha sfiorato il noto pseudonimo. Minacciò di utilizzare l'infame marchio per il film Conflitto di interessi a causa di alcune diatribe con la produzione. Per fortuna non fu necessario scomodare lo sballottato Smithee, tutto si risolse per il meglio.

 

ALAN SMITHEE IN ITALIA

Oltre ai già citati Ultima notte a Cottonwood e Hollywood Brucia, ci sono altri film di Alan Smithee distribuiti anche dalle nostre parti. Di seguito una veloce rassegna.

 

Hellraiser - La stirpe maledetta

[Hellraiser: Bloodline,1996]

Regista reale: Kevin Yagher

In breve- Quarto episodio della saga horror creata da Clive Baker. Il film è un viaggio attraverso i secoli che mostra la nascita del "cubo", uno dei punti focali della serie. Il regista celato è Kevin Yagher, noto tecnico degli effetti speciali, nonché co-produttore de Il mistero di Sleepy Hollow.

Veloci come il baleno

[Smoke n Lightnin,1995]

Regista reale: Mike Kirton

In breve- Commedia d'azione che ruota attorno alla solita valigetta trovata per caso che contiene materiale scottante: documenti governativi top secret. Tra gli attori c'è Christopher Atkins, il biondone riccioluto di Laguna Blu.

Gli uccelli 2

[The Birds II: Land's End,1994]

Regista reale: Rick Rosenthal

In breve- Seguito del capolavoro di Hitchcock ma quasi apocrifo (nel senso che c'entra davvero poco con l’originale) girato direttamente con destinazione televisiva. Da non confondere con il quasi omonimo Uccelli 2, film messicano che in lingua originale porta tutt’altro titolo: Beaks-Birds of Prey.

Solar Crisis

[1990]

Regista reale: Richard C. Sarafian

In breve- Produzione nippo-americana che ci trascina nello spazio, a bordo di Helios, un'astronave che trasporta verso il sole una bomba antimateria. Cast di prima scelta in cui figurano due mostri sacri: Charlton Heston e Jack Palance.

Genitori che casino!

[Morgan Stewart's Coming Home,1987]

Regista reale: Paul Aaron e Terry Windsor

In breve-Commediola adolescenziale che racconta il ritorno a casa del giovane Morgan Stewart, fresco di fine college. Tra genitori stronzi e giovinastri lungimiranti.

Ghostbusters Cops - Due piedipiatti acchiappafantasmi

[Ghost Fever, 1987]

Regista reale: Lee Madden

In breve-Poliziotti, fantasmi e vecchie magioni a ritmo di gag comiche. Interpreta il simpatico Sherman Hemsley, che molti di voi ricorderanno essere il capofamiglia della nota sitcom I Jefferson.

Eroi per un amico

[Let's get Harry, 1986]

Regista reale: Stuart Rosenberg

In breve- L'operaio Harry viene rapito da un gruppo di terroristi sudamericani trafficanti di droga. Gli amici-colleghi del sequestrato, con l'aiuto del mercenario Shrike, andranno a liberarlo per ovviare all'indifferenza del governo. Da un soggetto di Samuel Fuller.

Scuola di medicina

[Stitches,1985]

Regista reale: Rod Holcomb

In breve- Solito film comico-demenziale americano che, questa volta, si ambienta nella scuola di medicina dell'università di Branford. Goliardia collegiale e gag a sfondo sessuale.

 

 

Video-Medley dei film di Alan Smithee

 

Consultazioni: Wikipedia; Internet movie database

 

SPECIAL CURATO DA: Daniele 'Danno' Silipo

 
< Prec.

Recensioni

Rubriche

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '46' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'46\'\n AND `published` = \'1\'

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU

 

 


 

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '48' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'48\'\n AND `published` = \'1\'

Cinema Bizzarro

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '43' AND `published` = '1'Table \'./bizzarrocinema/jos_easycomments\' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'43\'\n AND `published` = \'1\'

Ultimi commenti

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT eco.`id`, eco.`contentid`, eco.`comment`, ct.`title` as ct_title FROM `jos_easycomments`as eco INNER JOIN `jos_content` AS ct ON ct.`id` = eco.`contentid` WHERE eco.`published` = '1' ORDER BY eco.`date` DESC LIMIT 6