Home arrow Pop Corn arrow X-Men: L'inizio

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '1178' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'1178\'\n AND `published` = \'1\'
X-Men: L'inizio
Scritto da Caterina Gangemi   
Wednesday 08 June 2011

In sala dal 8/06/11 Genere Azione
Regia Matthew Vaughn Con James McAvoy, Michael Fassbender, Rose Byrne, Jennifer Lawrence, January Jones
Paese USA, 2011 Durata 132 min.
Distribuzione 20th Century Fox

Com'è nata l'amicizia tra Charles Xavier e Eric Lensherr in arte Professor X e Magneto? E quali sono le cause che hanno determinato la rottura del loro rapporto? Ce lo rivela X Men – L'inizio, quinto capitolo della celebre saga tratta dai fumetti Marvel…

 

Recensione

Com'è nata l'amicizia tra Charles Xavier e Eric Lensherr in arte Professor X e Magneto? E quali sono le cause che hanno determinato la rottura del loro rapporto, creando la scissione dei loro fedeli e sodali compagni mutanti tra gli X-Men del primo e la Confraternita del secondo? Ce lo rivela X Men – L'inizio, quinto capitolo della celebre saga tratta dai fumetti Marvel, lanciata sul grande schermo da Bryan Singer, che ritorna in veste di produttore esecutivo e autore del soggetto di questo prequel-reboot diretto dal britannico Matthew Vaughn il cui effetto più evidente è rivelare tutta la stanchezza di un franchise ormai usurato.

Prosciugato dell'atmosfera cupa e del raffinato tappeto di sottotesti del primo, accantonata la roboante cialtronaggine del terzo, il film riesce perfino a superare sulla pista del tedio lo spin-off di Gavin Hood – che quantomeno aveva dalla sua il carisma di un personaggio come Wolverine – dipanandosi in oltre due, estenuanti, ore nelle quali la componente di azione cede il passo a un ridondante didascalismo descrittivo, con tutte le inevitabili conseguenze a livello di intrattenimento e spettacolarità.

Colpa principalmente dello script, confuso quanto superficiale nel tenere insieme il versante spy- thriller d'ispirazione "bondiana" – con i due protagonisti impegnati in un fronte comune contro una minaccia mondiale ordita da uno spietato nemico – quello del racconto post-adolescenziale di formazione, giocato sui valori di lealtà e autoaccettazione, e il conflitto privato di Magneto volto a vendicare la spietata uccisione della madre nei campi di concentramento nazisti. Il risultato: molte chiacchiere, troppe spiegazioni, abbondanti cliché e personaggi più piatti di una tavola illustrata, contro una totale assenza di pathos, tensione drammatica e impatto visivo. D'altra parte, benché sia difficile non essere indulgenti con l'autore di Kick-Ass, altrove abile e brillante, qui tocca imputargli l'evidente caduta di tono in una regia diligente quanto fiacca, che sacrifica guizzi e trovate a favore del mero impiego di effetti speciali (piuttosto grossolani per un prodotto di questo tipo) per offrire qualche emozione soltanto nella sequenza di apertura, peraltro ripresa dall'incipit dell'episodio originario di Singer, a riprova dell'insipido sapore di una minestra riscaldata resa ancora più indigesta dall'aggiunta di nuovi ingredienti.

Del tutto inadeguato, infine, il cast, opportunamente ringiovanito e rinnovato, con il trascurabile ingresso di un Kevin Bacon ridotto a villain da operetta e una January Jones la cui Emma Frost ha poco da offrire se non algida bellezza e abbondante decolleté, laddove agli altri spetta l'improba sorte di un impietoso confronto con i predecessori (su tutti la Lawrence, pur brava ma del tutto fuori parte in un ruolo basato sulla fisicità che fa rimpiangere la mesmerizzante sinuosità di Rebecca Romijn, e lo sicalbo James McAvoy inadeguatamente alle prese con l'eredità di Patrick Stewart) nel quale esce indenne il solo Michael Fassbender, unico in grado di restituire carisma e spessore al futuro Magneto. (Caterina Gangemi)

 

Trailer:

 

 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '46' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'46\'\n AND `published` = \'1\'

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU

 

 


 

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '48' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'48\'\n AND `published` = \'1\'

Cinema Bizzarro

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments` WHERE `contentid` = '43' AND `published` = '1'Table \'jos_easycomments\' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT count(*) FROM `jos_easycomments`\n WHERE `contentid` = \'43\'\n AND `published` = \'1\'

Ultimi commenti

DB function failed with error number 1194
Table 'jos_easycomments' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT eco.`id`, eco.`contentid`, eco.`comment`, ct.`title` as ct_title FROM `jos_easycomments`as eco INNER JOIN `jos_content` AS ct ON ct.`id` = eco.`contentid` WHERE eco.`published` = '1' ORDER BY eco.`date` DESC LIMIT 6