Home arrow Pop Corn arrow Pietà

Pietà
Scritto da Emanuele Rauco   
Friday 14 September 2012

In sala dal 14/09/2012 Genere Drammatico
Regia Kim Ki-duk Con Jo Min-soo, Lee Jung-jin
Paese Corea del Sud, 2012 Durata 104’
Distribuzione Good Films

► Il racconto del cammino impossibile verso la compassione, tra i più disperati ed espressionisti di Kim Ki-duk...

 

Recensione

In molti si disperavano per le condizioni psico-artistiche di Kim Ki-duk, uno dei maggiori cineasti coreani, specialmente dopo Arirang, una sorta di film-confessione sul suo stato di salute. Ma la 69^ mostra del cinema di Venezia ci ha presentato in concorso un Kim ritrovato, all’altezza dei suoi crudi esordi, con Pietà, vincitore del Leone d’Oro.

Il film racconta il rapporto difficile e doloroso tra l'emissario di uno strozzino - che storpia chi non paga per riscuotere le assicurazioni - e la madre che lo aveva abbandonato, ma ritorna per insegnarli amore e compassione. Scritto dallo stesso Kim, Pietà è un dramma espressionista che come impatto ricorda i tempi di Bad Guy e mostra con violenza e visceralità il significato dell’amore tra madre e figlio.

Partendo da premesse violente e cupe tipiche del cinema sudcoreano, descrive l’”invenzione” del rapporto inesistente tra una madre e un figlio che s’ignoravano l’un l’altro e che invece, per espiare le colpe di vario tipo che hanno commesso nella vita, si trovano a conoscersi, capirsi, persino ad amarsi e contaminarsi negli atteggiamenti e nei sentimenti. Con lo sfondo delle condizioni economiche del paese, devastato dalla crisi, dalla criminalità e dalla cementificazione, Kim mette in scena un’educazione alla pietà – appunto – e alla compassione, che procede di pari passo, necessariamente, con un oppressivo senso di dolore e morte.

L'autore non fa mancare all’appello i consueti colpi allo stomaco (qui per esempio, uno stupro incestuoso), ma attraverso uno stile che non cerca abbellimenti o fronzoli entra dentro la disperazione dei personaggi e la comunica con forza allo spettatore, usando senza scrupoli i propri attori, tra cui spicca una Jo Min-soo da brividi in più di una scena. (Emanuele Rauco)

 

 

Trailer:

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU