Home arrow Pop Corn arrow La congiura della pietra nera

La congiura della pietra nera
Scritto da Emanuele Rauco   
Monday 06 August 2012

In sala dal 03/08/2012 Genere Azione
Regia Chao-Bin Su & John Woo Con Michelle Yeoh, Woo-sung Jung, Shawn Yue, Barbie Hsu, Kelly Lin
Paese Cina, 2010 Durata 117’
Distribuzione Tucker Film

► Il grandissimo John Woo “co-dirige” col suo allievo Su Chao-pin, un melodramma avventuroso che riporta agli splendori classici del cinema di Hong Kong...

 

Recensione

Presentato come il nuovo film di John Woo, che a Venezia 2010 ritirò il Leone d’oro alla carriera, il film in realtà è di un suo discepolo per il quale il maestro hongkonghese ha ricoperto i ruoli di produttore, nonché supervisore alle riprese e al montaggio, anche se è accreditato come co-regista. Premessa fondamentale per spiegare cosa aspettarsi da questo film, diretto e scritto da Su Chao-pin.

Un ex membro della setta assassina della Pietra Nera si cambia i connotati per ricominciare un’altra vita, nella quale si sposa felicemente. I suoi tre vecchi compagni, però, la cercano, soprattutto perché le spoglie della sua ultima vittima hanno dei poteri incredibili. Un wuxiapian (in italiano “cappa e spada”, ossia film storici con spadaccini) classico, avventura dal respiro fantasy e dall’ambientazione tradizionale che ha però un pizzico di originalità.

Infatti, nei tipici spettacolari duelli tra guerrieri e assassini dal micidiale kung fu ed echi di magie e spiritualità implacabili, corre un germe di concretezza, di realtà, che lo rende il tutto intrigante. Non solo perché per metà film il centro è l’adattamento di una guerriera a una vita normale e placida, ma perché alla base dell’intero intrigo che coinvolge un malvagio a metà tra il Padrino e il Senatore Palpatine c’è un desiderio di sessualità, di materialità terrena non solo diverso dal solito, ma che dà un palpito vero al film.

Film che, peraltro, è scritto anche con una certa compattezza, specie nel personaggio maschile del marito della protagonista, e diretto con sicurezza – grazie anche al supporto di Woo – tanto nei combattimenti quanto nelle parentesi mélo. Spettacolo e intrattenimento ben dosati, senza idee geniali o trascinanti, ma fatto a regola d’arte. Può bastare. (Emanuele Rauco)

 

 

Trailer:

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU