Home arrow Pop Corn arrow 500 giorni insieme

500 giorni insieme
Scritto da Emanuele Rauco   
Friday 27 November 2009

In sala dal 27/11/2009 Genere Commedia romantica
Regia Marc Webb Cast Joseph Gordon-Levitt, Zooey Deschanel, Goffrey Arend, Chloe Grace Moretz
Nazione Usa, 2009 Durata 96′
Distribuzione 20th Centry Fox

Divertente e intelligente commedia sentimentale tutta dal punto di vista maschile…

 

Recensione

Nel mare magnum delle commedie sentimentali, a volta capita un piccolo miracolo, un film che sa andare oltre le dinamiche predigerite di molto cinema hollywoodiano e prova a dire qualcosa di un po' più personale sull'amore. Questo piccolo miracolo è frutto di Marc Webb, esordiente in carriera, che riesce a fare una disanima di una storia tutt'altro – per fortuna – che oggettiva.

Thomas è un ragazzo come tanti che al lavoro incontra una ragazza come poche, Sole (in originale Summer, da cui il titolo 500 Days of Summer): durante il film, Thom ripercorre i giorni in cui lei ha riempio i suoi pensieri e le sue emozioni. Due sceneggiatori non propriamente brillanti come Michael H.Weber e Scott Neudstater sfornano uno script frizzante in cui la commedia romantica si fonde col cinema indie statunitense.

Il film si basa tutto su segni, luoghi, elementi e stimoli d’amore filtrati dallo sguardo soggettivo del protagonista, in una rilettura americana degli stilemi sentimentali del cinema francese (Nouvelle Vague o poco dopo, come mostra il controluce al tramonto sul treno). Webb si dimostra acuto nella messinscena e coerente nelle conseguenze, anche nel confronto ironico con l’arte contemporanea e il cinema d’autore, riuscendo a raggiungere curiosi vertici di soggettività (dopo la prima notte d’amore Thom vede tutti vestiti di blu, come Sole).

La sceneggiatura fa i salti mortali per rendere convincente la solita storia d’amore raccontata in voce off, riuscendo a non far mai mancare, nei numerosi andirivieni amorosi/temporali, la verve e l’umorismo, ma anche la delicatezza, mentre Webb dimostra di avere la mano e lo spirito giusto per poter fare un passo in più rispetto al semplice shooter hollywoodiano. E poi, come si può fallire un film d’amore con una delizia come Zooey Deschanel? La risposta è nella scena in cui lei appare bagnata sulla porta del protagonista. Irresistibile. (Emanuele Rauco)

 

 

Trailer:

 

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU