Home arrow Pop Corn arrow 40 carati

40 carati
Scritto da Emanuele Rauco   
Tuesday 14 February 2012

In sala dal 10/02/2012 Genere Thriller
Regia Asger Leth Con Sam Worthington, Elizabeth Banks, Jamie Bell, Mandy Gonzales, Ed Harris
Paese USA, 2011 Durata 102’
Distribuzione Eagle Pictures

►Thriller pieno di colpi di scena che rimpiazza le superficialità della storia con un buon livello di ritmo e suspense...

 

Recensione

Un uomo su un cornicione è un pretesto efficace e quasi classico del cinema di genere americano, basti pensare a un piccolo classico come Eroe per caso di Frears. Ma in 40 carati di Asger Leth è il punto di partenza di una storia molto più complicata di come sembra: premessa che per ogni amante del thriller è un richiamo.

La storia è quella di Nick che, appunto, minaccia di gettarsi dal cornicione di un albergo: cosa nasconde? Per scoprirlo viene chiamata la detective Spencer, che scoprirà il rapporto che lega Nick all'uomo d'affari proprietario dell'albergo. Pablo F.Fenjves scrive un thriller di rapina complicato, pieno di ingranaggi e meccanismi che è anche una storia di famiglia.

Infatti, lungo la ricostruzione della vicenda del protagonista, il film mescola il tipico caper movie, quello del colpo grosso, con tutta la suspense della preparazione e della realizzazione complicata del colpo, con una vena di sentimentalismo familiare nella storia del padre morto e della combriccola di fratelli, parenti e amici che si danno da fare per aiutare il protagonista. Per Leth, quindi, è l'occasione giusta per lasciarsi andare a un cinema tipico e rassicurante, tanto per l'industria che per lo spettatore, che però funziona grazie ai molti colpi di scena e all'ottima tenuta del ritmo.

Certo, in film del genere è facilissimo scivolare e “cadere dal cornicione” e a 40 carati (titolo fuorviante e fin troppo rivelatore rispetto all'originale Man on a Ledge) qualche volta capita, nelle semplificazioni dei personaggi, nel ritratto anni '80 dei media un bel po' stereotipato, nelle esagerazioni del finale. Ma sono peccati veniali, specialmente rispetto agli obiettivi del regista, raggiunti con facilità anche grazie a un buon cast in cui brillano l'invecchiatissimo Ed Harris e il simpatico duo Jamie Bell/Mandy Gonzales. Peccati che si perdonano volentieri. (Emanuele Rauco)

 

Trailer:

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU