Home arrow Cinema Bizzarro arrow Il mio angolo di paradiso

Il mio angolo di paradiso
Scritto da Martina Calcabrini   
Sunday 20 November 2011

In sala dal 18/11/2011 Genere Commedia, Drammatico
Regia Nicole Kassell Con Kate Hudson, Gael García Bernal, Kathy Bates, Whoopi Goldberg, Peter Dinklage, Rosemarie DeWitt
Paese USA, 2010 Durata 106’
Distribuzione Moviemax

► Il mio angolo di paradiso è una commedia drammatica e toccante che, a comando, decide se intrattenere il pubblico con qualche risata o farlo commuovere per le struggenti situazioni proposte…

 

Recensione

 

Il 2011 sembra, a tutti gli effetti, l’anno delle commedie drammatiche hollywoodiane. Amori contrastati, contesi, conclusi per cause di forza maggiore, sembrano essere i soggetti adatti da portare al cinema. Dopo Amore e altri rimedi e One day, arriva nelle sale Il mio angolo di paradiso, una storia strappalacrime racchiusa in una pellicola tragicomica diretta da Nicole Kassell.

Marley è una donna giovane, bella ed intraprendente che, per dedicarsi anima e corpo alla carriera, decide di usare gli uomini come “scaldaletto”, oggetti per divertirsi una sera e abbandonarli la mattina seguente. La sua vita abitudinaria, però, viene sconvolta quando, durante una normale visita di controllo, le viene diagnosticato un letale cancro al colon. Il tenero (e irresistibilmente bello) medico Julien Goldstein le offre il suo supporto morale e la sua amicizia, finché non diverrà amore disperato.

I richiami ad Autumn in New York sono sin troppo palesi: una brutta malattia terminale, riesce a scaldare il cuore più freddo e glaciale che si possa avere. Ma la regista Nicole Kassell, autrice del sottovalutato The Woodsman – Il segreto, non si ferma. Scegliendo attori di commedie per eccellenza, la Kate Hudson di Bride Wars – La mia migliore nemica e il Gael Garcià Bernal di Lettere a Giulietta, la regista decide di condire una storia prettamente melodrammatica con tocchi comici e paradossali. Ecco dunque che la bravissima Whoopi Goldberg (conosciuta soprattutto per la sua magistrale performance in Ghost) finisce per diventare una sorta di Dio al femminile che fa il verso al Morgan Freeman di Una settimana da Dio. Appare incredibile pensare a quanto possa essere fuori luogo, in questo contesto, una donna di colore seduta su un trono di nuvole bianche, capace di realizzare i tre più grandi desideri della protagonista in perfetto stile “genio della lampada”. Possibile infatti, che l’esordiente Gren Wells, abbia inserito nella sceneggiatura delle scene così (assolutamente) sopra le righe? Per fortuna i protagonisti riescono a sposare i difficili (e contraddittori) ruoli scritti per loro e a strappare qualche lacrimuccia al pubblico in sala. Il mio angolo di paradiso, insomma, è una commedia drammatica e toccante che, a comando, decide se intrattenere il pubblico con qualche risata o farlo commuovere per le struggenti situazioni proposte. (Martina Calcabrini).

 

 

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU