Home

Bizzarro Cinema On Air #6
Scritto da Redazione   
Saturday 18 June 2011

Bizzarro Cinema On Air Emanuele Rauco e Caterina Gangemi ci guidano attraverso le ultime uscite in sala tra improbabili accostamenti musicali, consigli bizzarri e un po' di sanissima chiacchiera libera. In questa puntata: Libera uscita, Venere nera, Priest e tanto altro...

 

In collaborazione con RadioPNB

Puntata del 17/06/11

►► ASCOLTA BIZZARRO CINEMA ON AIR ►►

 

In primo piano

Libera uscita di Peter & Bobby Farrelly
Se dici Farrelly, viene in mente una comicità volgare, estrema, ma soprattutto scorretta e non omologata, evidente in film come Kingpin o Tutti pazzi per Mary; il loro nuovo film, il decimo, cerca di rinverdire i fasti della scatologia contemporanea flirtando con la vena familiare dei loro ultimi film. Mix non del tutto riuscito. Rick e Fred sono due amici da tempo sposati il cui rapporto si avvia nella routine, non come la loro voglia di sesso; per placarli le mogli decidono di concedergli una settimana di libera uscita in cui possono fare ciò che vogliono. Se solo ne fossero in grado... (recensione)

Venere nera di Abdellatif Kechiche
Venus noire racconta la storia (dolorosamente vera) di Saartjie Bartman, la donna conosciuta dal mondo come la Venere ottentotta, una donna dalle particolari caratteristiche fisiche portata dal Sudafrica a Londra per esibirsi come fenomeno da baraccone e poi a Parigi, dove sprofonderà nel baratro della prostituzione e della malattia. Scritto da Kechiche con Ghalya Lacroix, un dramma biografico cupo e doloroso, che racconta il colonialismo che per secoli ha colpito l'Africa attraverso le dinamiche dello sguardo. (recensione)

 

Panoramica

L'ultimo dei templari di Dominc Sena (recensione)
I guardiani del destino di George Nolfi (recensione)
Priest di Scott Stewart (recensione)
The Hunter di Rafi Pitts (recensione)
6 giorni sulla terra di Varo Venturi (recensione)
Il pezzo mancante di Giovanni Piperno

 

Il consiglio bizzarro

El topo di Alejandro Jodorowsky (Messico, 1970) [a proposito di Venere nera]
Corre l'anno 1970 quando, Jodorowsky, in anticipo su tutti i tempi, realizza El topo, primo western surrealista comparso su grande schermo nonché primissimo midnight movie della storia del cinema. Ma la data di realizzazione del film non deve trarre in inganno: ancora oggi, guardare questo film, equivale a perdere ogni logica. Un pistolero vestito di nero dalla testa ai piedi, in perfetto stile Django, si aggira per il deserto come un'anima mistica, in cerca di rinomanza: il suo obiettivo è sfidare tutti i maestri che incontrerà lungo il cammino, per poi divenire lui - e lui soltanto - il maestro assoluto. Ma ogni sfida che il killer nero supera, in realtà, lo spinge sempre più verso l'inferno. Quando, ormai esausto, si risveglia nei bassi meandri di un sottosuolo abitato da storpi, tenta di risalire a fatica verso l'alto; arrivato in superficie scatena la rivoluzione. (recensione)

 

►► ASCOLTA BIZZARRO CINEMA ON AIR ►►

 

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU