Home arrow Ultimora arrow Yattaman: nelle sale italiane da Gennaio!

Yattaman: nelle sale italiane da Gennaio!
Scritto da Redazione   
Thursday 16 December 2010

 

YATTAMAN - Il film: nelle sale italiane da Gennaio!

 

Grazie ad Officine UBU, società di distribuzione cinematografica, a Gennaio 2011 uscirà nelle sale italiane (disponibile solo in digitale) Yattaman di Takashi Miike. Tratto da una delle più celebri serie animate degli anni ’80 e diretto dal “Tarantino d’Oriente”, il film racchiude l’ultima esilarante avventura dei supereroi Yattaman! Una sfida all’ultimo colpo di robot con i nemici di sempre: lo scalcagnato trio Drombo, capitanato dall’affascinante Miss Dronio!

 

SINOSSI
Ganchan e la sua ragazza Janet costruiscono straordinari robot e quando il mondo è in pericolo si trasformano nei supereroi Yattaman. L'occasione per una nuova impresa si presenta quando la giovane Shoko chiede il loro aiuto per ritrovare il padre, scomparso nel Negitto mentre era sulle tracce di uno dei quattro frammenti della potente Pietra Dokrostone. Ma qualcun altro è alla ricerca della mitica Pietra. Si tratta degli acerrimi nemici degli Yattaman: la Banda Drombo, composto dalla bellissima e perfida Miss Dronio, e dai suoi tirapiedi Boyakki e Tonzula. I Drombo, con l’aiuto del misterioso Dottor Drokobei ingaggiano con gli Yattaman una dura battaglia per il possesso della Dokrostone... e per il destino del mondo.

 

DICHIARAZIONE DEL REGISTA – TAKASHI MIIKE
Guardavo Yattaman quando ero un ragazzino. Anche se frequentavo già le superiori quando hanno trasmesso la prima serie in TV, mi appassionava moltissimo e quindi mi sono un po’ spaventato quando mi hanno chiesto di dirigere il film. Yattaman è famosissimo, specialmente per quelli della mia generazione, e credo che tutti lo ricordino con affetto. Volevo realizzare un bel film, che potesse divertire tutti, incluso me. La parola “Yatta!” significa “ce l’ho fatta!”. È un’espressione semplice e diretta che rimane in testa. Quando riesci in qualcosa di difficile, qualcosa che sembrava impossibile, esclami “Yatta!”. Anche se si tratta di una cosa insignificante, ti rende felice. Essere felici significa spesso seguire un percorso in cui credi, anche contro il parere degli altri. Significa fare le cose a tuo modo. Questo è il significato della parola Yattaman. È una delle mie opere migliori, ma se devo evidenziare una particolarità rispetto ai miei film precedenti direi che è la presenza del pathos. Non è una semplice commedia e spero che presto le persone di tutto il mondo possano dire: “Hai visto Yattaman?”.

 

Foto, trailer e credits del film disponibili sul Sito di Officine UBU:


RECENSIONE E SCHEDA COMPLETA DEL FILM

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU