Home arrow Daily arrow Roma 2010: Focus Giappone (giorno 1)

Roma 2010: Focus Giappone (giorno 1)
Scritto da Redazione   
Thursday 28 October 2010

 

OMAGGIO AD AKIRA KUROSAWA
Il grande Maestro lavora

L’omaggio ad Akira Kurosawa, i cui film hanno ispirato generazioni di cineasti di tutto il mondo, apre il Focus Japan 2010. In un incontro condotto da Goffredo Fofi, critico e storico del cinema, a raccontare il suo genio saranno Teruyo Nogami, la segretaria di edizione che è stata al suo fianco fin dal 1950, Vittorio Dalle Ore unico aiuto regista e aiuto montatore occidentale entrato a far parte della sua troupe nel 1983 e Rashomon, il film che lo ha lanciato sulla scena mondiale con il Leone d'Oro a Venezia, presentato per la prima volta in Europa in versione digitale ad alta definizione. Sullo sfondo di brani di documentari girati sui suoi set, fotografie inedite di Kurosawa al lavoro, disegni attraverso i quali il regista si spiegava con i collaboratori e momenti meravigliosi dei suoi film, Teruyo Nogami, testimone diretta di come è stata fatta tanta storia del cinema, condividerà alcune tra le tante straordinarie e a volte difficili esperienze vissute negli anni di lavoro accanto al Maestro, raccontando il suo modo di concepire le immagini e il percorso lungo, faticoso, ma alla fine bellissimo che ha vissuto per così tante volte per arrivare alla magia del film di Kurosawa finalmente proiettato nel buio della sala. L'avvincente esperienza di essere improvvisamente proiettato in una cultura completamente diversa e affascinante, alla corte di quello che veniva chiamato l'Imperatore del cinema, sarà il cuore dell'incontro con Vittorio Dalle Ore. Parlerà della vita di una troupe giapponese vissuta dall'interno, dei diversi modi di concepire e organizzare il lavoro, del rapporto di Kurosawa con gli aiuti registi, gli attori, i suoi collaboratori e con il montaggio, momento cruciale del suo percorso creativo. Ciò che più di tutto parlerà del grande Maestro è una delle sue opere più acclamate, quel Rashomon che sorprese tutti quando fu presentato a Venezia e che è rimasto uno dei film più vivi, dinamici, intellettualmente intriganti ed esteticamente belli della storia del cinema.

Rashomon
di Akira Kurosawa, Japan, 1950, 88’
XV secolo. Per ripararsi dalla pioggia incessante, un monaco, un boscaiolo e un viandante si sono rifugiati sotto la decrepita porta del tempio del dio Rashô. Gli uomini discutono di un caso di omicidio avvenuto qualche tempo prima, dando tre differenti versioni dell’accaduto, a cui se ne aggiungerà poi una quarta: un samurai viene sorpreso in una foresta con sua moglie da un brigante, che uccide l’uomo e violenta la donna. Kurosawa, proponendo il tormento del pensiero umano di fronte alla ricerca della verità, ritrova la bellezza emanata dalle pellicole del cinema muto, avvalendosi di un accuratissimo gioco di luce e ombra e di un uso magistrale della tecnica dei flashback. Leone d’oro a Venezia 1950 e Oscar per il Miglior film straniero 1951. (Ore 16.00 - Auditorium Sala Petrassi)

 

 

WEB: www.romacinemafest.it

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU