Home

La siae e la tassa sui trailer
Scritto da Daniele 'Danno' Silipo, Alessandra Sciamanna   
Sunday 30 October 2011

La Siae pretende 450 euro a trimestre per max 30 video al mese (parliamo soprattutto di TRAILER promozionali). Un totale di 1800 euro l'anno. Ci vediamo costretti a sospendere il sevizio, come moltri altri siti stanno già facendo.

 

I trailer postati da siti come il nostro sono pubblicità gratuita: portano gente al cinema e qundi soldi nelle casse degli autori e della stessa siae. Il nostro sito non ha introiti pubblicitari e, anche se li avesse, non si piegherebbe mai a un simile scempio. Equiparare un trailer a un'opera fatta e compiuta è come dire che un pezzetto di formaggio equivale a un pranzo. Come se ti facessero pagare gli assaggini negli stand ai supermercati. Ci sentiamo inoltre lesi nel nostro diritto di fornire porzioni di opere a supporto di testi critici:

"Art. 70, LdA (limite teleologico e dell’utilizzazione economica): la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purchè non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta."

Tutto ciò dove lo mettiamo? Dove se lo sono messi il nostro diritto di citazione? Perché non c'è nessun organo che controlla la Siae?

 

Bizzarro Cinema non ha alcuna intenzione di avallare assurdità di questo tipo.

Siamo bizzarri, non idioti!

Ci troviamo costretti a sospendere per protesta la sezione cineforum e l'inserimento di trailer a corredo di recensioni, e a postare ogni venerdì (giorno generalmente deputato ai video), l'immagine che vedete qui sopra.

 

Inoltre Bizzarro Cinema invita tutti gli autori "abbonati" alla Siae a prendere parte alla protesta: la decisione di far pagare i trailer non danneggia solo noi, ma anche le produzioni e i registi (che spesso mettono on line materiale promozionale con l'intenzione e la volontà di farlo circolare il più possibile), e la protesta dovrebbe venire da entrambe le parti.

 

 

Colpire la divulgazione della cultura in un momento così "basso" per il nostro misero paese è una VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

(lo diciamo alla Sgarbi ma senza audio, altrimenti ci tassano)

 

Questo messaggio resterà in cima alla nostra home per 3 giorni.

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU