Home arrow Fumetti arrow Comix About Fucking

Comix About Fucking
Scritto da D. Silipo, A. Sciamanna   
Thursday 07 April 2011

Di cosa si tratta Fumetto indipendente

In breve L'anti-pornografia di SS-Sunda in un esplosivo volume double-face per la "desessualizzazione delle masse". Leggere per credere...

 

Comix About Fucking

La sessualità secondo SS-Sunda: un mostro! Comix About Fucking è una raccolta di oscenità, nel senso più vero del termine: nessuna prurigine sopita, nessuna concessione all'erotismo più ammiccante, solo una slavina di pratiche sessuali davvero rivoltanti, ammantata da un'ironia corrosiva che amplifica l'effetto destabilizzante. In Comics About Fucking SS-Sunda non abbatte nessun tabù, non inneggia al sesso libero, non difende l'atto come espressione naturale dell'uomo ma lo dipinge come espressione degli istinti più biechi. Nudo artistico? Neanche a parlarne! Eros di classe? Maddeché! Qui c'è l'uomo (e la donna) in tutta la sua corruzione mentale, in tutta la sua incapacità di dominare “la bestia”; qui vige il cattivo gusto e lo squallore. In questo risiede il centro sovversivo dell'opera: mentre in giro è un proliferare di sesso indotto e sesso “difeso”, SS-Sunda è uno dei pochi a ricordare che di sesso ci si può anche deviare poiché, come molte altre cose, non siamo in grado di gestirlo. Tutto ciò è raccontato senza sconti, in fumetti anti-porno - così li definisce il suo autore - che tolgono il desiderio invece di catturarlo; e verrebbe quasi da nominare Charles Bukowski, ma non lo facciamo...

Il volume è diviso in due parti: “Sad side: tutto quello che già sapete sul sesso, ma che fate finta di non sapere (e di non fare)!”, “Happy Side: tutto il sesso che metà di voi può solo sognarsi di fare, mentre l'altra metà non potrà mai capire!”. Oltre a storie disegnate da SS-Sunda, con il suo stile fresco da adolescente geniale e terribile, ci sono molti ospiti illustri come Silvano, Maurizio Ercole e Andrea Grieco. Introduce Alex "Mondo Bizzarro" Papa. (Daniele 'Danno' Silipo)

 

L'autore: SS-SUNDA (1973) oltre ad essere un fumettista/illustratore underground è anche un regista/sceneggiatore indipendente. Tra le sue opere a fumetti ricordiamo l'albo LE PURA GESTA DI NATHARAJI IN DELIRIO (Stampa Alternativa, 1999), i due numeri della rivista porno-splatter BLUNDERING POP (Guido Panza Editore, 2002/2003), il contributo a PORNOGRAFICA (Libri A Parte, 2008) e il tributo a Faust'O LA SCIENZA, IL PROGRESSO, LA NUOVA NOBILTA' (Mondo Merda Edizioni, 2009); mentre il mediometraggio di fanta-politica FLESH DOLL OPERETTA (2001) ed il pop-documentario THE DIABOLIKAL SUPER-KRIMINAL (2007) sono le sue pellicole di più facile reperibilità.

 

Intervista a SS-Sunda

A cura di Alessandra Sciamnna

 

I nostri lettori ti conoscono soprattutto come regista, ma tu in realtà sei prima di tutto un fumettista/illustratore. Raccontaci cosa hai combinato nel mondo dei balloon prima di approdare a Comix About Fucking
Prima di darmi all'anti-pornografia feci un fumetto, firmato con un altro pseudonimo, che narrava le avventure di un gruppo punk-psichedelico messicano che arriva a Londra per incidere un disco e invece ne combina di tutti i colori perché sono dei drogati marci. 32 pagine che disegnai - dal 1994 fino al 1999 (anno in cui fu pubblicato con il supporto di Stampa Alternativa) - tra l'America Latina e l'Oriente, passando ovviamente per la vecchia e bastarda Europa. Invece Comix About Fucking è una raccolta di (quasi) tutti i miei fumetti a carattere sessuale che ho fatto da quindici anni a questa parte, poi in mezzo a questi ho fatto anche alcune (pochissime) cose senza sesso (per lo meno esplicito).

 

I fumetti raccolti in Comix About Fucking non hanno alcuna remora nel mostrare sesso, violenza e atti “disgustosi”, il tuo intento è infastidire gli imbecilli (come scriveva Daniele Luttazzi prima del suo Satyricon) o sollazzare i palati meno omologati? Insomma... sei “pro o contro”?
Sono contro. Nel senso che detesto il sesso. Trovo sia la cosa più sporca del mondo. Io mi considero un romantico e i pochi a cui piacciono i miei fumetti, almeno quelli che conoscono di persona, non sono per niente come me. Ogni volta che queste entità mi fanno i complimenti mi sento insultato! Comunque, essendo per la desessualizzazione delle masse, mi basta accontentarmi del lettore che non si eccita.

 

Nei tuoi fumetti, così come nel tuo primo corto L'ultimo giorno di Macho Mask, compaiono spesso figure di lottatori mascherati. Ti affascina il mondo del wrestling o cosa?
Mi fa schifo. È uno sport di merda come tutti. Diciamo che mi diverte far vedere i luchadores come degli idioti. In fin dei conti sono convinto che lo siano veramente anche nella realtà. Pensa che mi sono visto tutti i film de El Santo dicendomi (dicendo a lui) “Quanto sei coglione e triste! Ma io ti metto in un cazzo di fumetto di merda, te e tutti i tuoi simili!”.

 

Nell'introduzione a Comix About Fucking, Alex Papa scrive che “leggere un fumetto o guardare un film di SS-Sunda è, metaforicamente, come bersi un litro del suo piscio”. Ti ci ritrovi?
No.

 

Quali fumetti ama leggere SS-Sunda?
In adolescenza ho amato, e credo di dovere molto, all'underground americano anni '60 e a quello italiano, spagnolo e francese anni '70 e '80. Oggi disegnatori buoni ce ne sono tanti, sono solo gli sceneggiatori decenti che, in linea di massima, mancano. Non mi piace più leggere fumetti.

 

 

ACQUISTA ON LINE


 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
< Prec.   Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU