Home Shock & oscenità Strange circus

Strange circus Strange circus
Titolo originale: Kimyô na sâkasu

Categoria Shock & oscenità
Tipologia Lungometraggio
Genere Thriller
Parole chiave Thriller psicologico, Circo

Regia: Sion Sono
Cast:
Masumi Miyazaki, Issei Ishida, Rie Kuwana
Sceneggiatura Sion Sono
Anno: 2005
Nazione: Giappone
Durata: 108 minuti
In breve:
Imprigionate all'interno di una custodia da violoncello, madre e figlia, vivranno un inferno voyeuristico e sadico
Visite: 2858

Il Film


CARATTERISTICHE DEL FILM:

Stile: Surreale
Ritmo: Onirico
Tensione: Perenne
Brividi: Sottopelle
Erotismo: Elegante e sensuale
Violenza: Estetizzata

Recensione:

L'incredibile circo della vita

Identità sessuali negate, confuse, violate. L'immaginario iperbarocco di Sion (regista passato al cinema tradizionale dopo una lunga militanza nell'hard) si fa forma estetizzata, ridondante, incentrata sulle vessazioni e sui piaceri estremi dell'esistenza. Si respira molto Pasolini nei suoi lavori, inframezzato esplicitamente da schegge visionarie prossime a Fellini o al Ferreri più caustico.

Il preside dell'istituo Ozawa Gozo abusa di sua figlia Mitsuko, dopo averla sorpresa a spiarlo mentre faceva l'amore con sua madre Sayuri (una superba Masumi Miyazaki). Da questo preciso momento madre e figlia vivranno un inferno voyeuristico e sadico, costrette ad assistere ai rispettivi amplessi con l'uomo, imprigionate all'interno di una custodia da violoncello. Anni dopo la scrittrice paraplegica Taeko scriverà un romanzo sulla terribile esistenza della picccola Mitsuko, ma la realtà dei fatti risulterà molto più complessa e diversa dai ricordi che affiorano nei suoi racconti...

Considerare Strange Circus un capolavoro della recente produzione cinematografica nipponica, temporaneamente in fase di stasi creativa (assorbita com'è da spiriti maligni e fantasmi troppo omologati), non è parere azzardato. Tralasciando i facili confronti, la fantasia surreale e perversa, perennemente sospesa di questo regista non può non lasciare incantati. Forse un sogno terribile, che trova respiro in una messa in scena dal gusto per il dettaglio quasi maniacale, che accompagna in modo speculare tutti i sentimenti dei protagonisti: come non rimanere esterrefatti di fronte al corridoio rosso porpora che Mitsuko attraversa più volte dopo le violenze subite? O al grottesco circo-freak che fa da cornice alla vicenda? Tematiche taboo dure e disturbanti quelle manipolate abilmente da Sion, che tuttavia sembra ricordarci come la vita, per quanto imprevedibile e difficile, debba passare sempre attraverso grandi sofferenze esistenziali, un passaggio necessario per (ri)trovare definitivamente se stessi. (Jacopo Coccia)

Da notare- Il regista è stato, fin dall'adolescenza e prima di iniziare a far cinema, un talentuoso poeta.

Perché su Bizzarro- Bunuel e Fellini (con derive estetiche verso Bergman) in salsa orientale.

Film (più o meno) Simili: Audition (1999)

Trailer

NOTE:

Edizione italiana: fuori catalogo

Premi: premio della giuria al Festival di Berlino 2006

Scheda del film a cura di: Jacopo Coccia


1 Commento

Autore Commento
LarLock Levitra 10 Avant Cialis Bestellen Online Cialis Kaufen Billig buygenericlevitraonlineusa Generic Cialis Uk Next Day Delivery Cephalexin 500mg For Toothache
Commento inserito : Tue 21-11-17
MikeItago Clicking Here
Commento inserito : Mon 11-09-17
BrettEstig wh0cd143873 Amoxicillin cephalexin prevacid
Commento inserito : Sun 09-07-17
BrettEstig wh0cd855359 cheapest cialis viagra generic cost of viagra
Commento inserito : Tue 04-07-17
BrettEstig wh0cd331253 buy viagra online Synthroid Medrol
Commento inserito : Mon 03-07-17
BrettEstig wh0cd5745185 generic advair diskus
Commento inserito : Fri 12-05-17
BrettEstig wh0cd5745185 viagra price
Commento inserito : Wed 26-04-17


Commenta questo film Commenta questo film
Autore Commento

BBCode è Attivo .

Inserire il codice* Codice

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU