Home Auteurs & raffinatezze Underground

Underground Underground
Titolo originale: Bila jednom jedna zemlja

Categoria Auteurs & raffinatezze
Tipologia Lungometraggio
Genere Commedia, Grottesco
Parole chiave Scenario di guerra, Amicizia, Criminalità

Regia: Emir Kusturica
Cast:
Miki Manojlovic, Lazar Ristovski, Mirjana Jokovic, Slavko Stimac, Ernst Stötzner
Sceneggiatura Dusan Kovacevic, Emir Kusturica
Colonna Sonora Goran Bregovic
Anno: 1995
Nazione: Yugoslavia, Germania, Francia
Durata: 170 minuti
In breve:
Uno spaccato della seconda guerra mondiale (seppur con le sue distorsioni) seguendo una via del tutto insolita
Visite: 2294

Il Film


CARATTERISTICHE DEL FILM:

Stile: visionario e sfacciato, con una vena critica celata da sarcasmo.
Ritmo: notevolmente trascinante, data la lunghezza del film.
Humour: si ride tanto, ma si è anche spiazzati da uno humour nero pece.
Emozione: di una crudezza commovente.
Azione: sparatorie inutili, scazzottamenti fragorosi e bombardamenti.

Recensione:

Non c’era una volta un paese…

Emir Kusturica dichiara : «in una democrazia, le persone votano per il migliore. Io volevo costruire una città dove poter scegliere i cittadini». Con Underground, il regista serbo ci riesce. Ricostruisce la Jugoslavia dove è nato e cresciuto, ma ci parla di un periodo che, per fortuna, non lo ha nemmeno sfiorato. Forse è per questo che riesce a deformarne i tratti senza ledere la credibilità delle sue riflessioni. Il film inizia al tramontare della seconda guerra mondiale: i paesi vincitori ne escono arricchiti e celebrati per aver distribuito salvezza mentre gli altri restano con i loro problemi interni, schiacciati sottoterra, nell’underground appunto.

Kusturica ci racconta di Marko e Petar, protagonisti goderecci di una storia tutt’altro che lineare. Belgrado viene bombardata dai tedeschi e i due sembrano colti di sorpresa, ognuno in casa propria: uno si autoinduce all’eiaculazione appena troncata “sul più bello”, l’altro finisce semplicemente di fare colazione; di lì a breve saranno lanciati in un vortice di relazioni basate sul tradimento e sul compromesso, sempre sull’orlo del collasso. Quella di Marko e Petar è un amicizia insincera, entrambi soffrono di superbia e non vogliono essere secondi a nessuno, perciò è facile dedurre quanto sleale sia il loro rapporto; è sincero invece il loro conteso amore per l’attrice Natalija, interpretata da una meravigliosa Mirjana Jokovic.

Grottesco e visionario film di culto, Underground è un'opera che offre innumerevoli spunti di riflessione: impossibile elencarli tutti. Kusturica ci regala uno spaccato della seconda guerra mondiale (seppur con le sue distorsioni) percorrendo una via del tutto insolita: lo spettatore viene trascinato nel campo di battaglia senza essere spinto mai verso i buoni o i cattivi ma resta sospeso, laddove sono tutti umili servi della guerra e dell’amor proprio. Tutto è filtrato da una visione caricaturale, sarcastica e violenta, quanto basta per confondere gli animi di chi sta ad ascoltare. (Roberto Fontana)

Da notare– Ripristinati i tagli alla versione originale, Underground è stato diluito in 6 episodi di 50 minuti ciascuno, per una seria televisiva andata in onda sulle reti jugoslave, da cui ne risulterebbe un film di circa 5 ore.

Perché su Bizzarro– Il cinema di Kusturica è un mondo a parte.

Film (più o meno) simili: Il tempo dei gitani

Trailer

NOTE:

Edizione italiana: DVD Minerva/Rarovdeo

Premi principali: Palma d'Oro a Cannes 1995

Scheda del film a cura di: Roberto Fontana


Non sono presenti Commenti


Commenta questo film Commenta questo film
Autore Commento

BBCode è Attivo .

Inserire il codice* Codice

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU