Home Shock & oscenità Buio Omega

Buio Omega Buio Omega
Categoria Shock & oscenità
Tipologia Lungometraggio
Genere Horror
Parole chiave Splatter, Disturbi mentali, Cadavere, Torture

Regia: Joe D'Amato
Cast:
Kieran Canter, Cinzia Monreale, Franca Stoppi
Sceneggiatura Ottavio Fabbri
Colonna Sonora Goblin, Maurizio Guarini, Agostino Marangolo, Carlo Pennisi, Fabio Pignatelli
Anno: 1979
Nazione: Italia
Durata: 94 minuti
In breve:
Joe D’Amato dipinge in chiave horror e macabra l’affresco di un amore impossibile
Soggetto Giacomo Guerrini
Visite: 2796

Il Film


 

CARATTERISTICHE DEL FILM:

Stile: da macelleria
Ritmo: incostante ma senza eccessi di lentezza
Violenza: fino alla nausea e volutamente maniacale
Sangue: a palate
Erotismo: malsano e deviato
Brividi: di ribrezzo

 

Recensione:

Budella, bulbi oculari, unghie e liquami vari: la ricetta per un cult.

Il “bellimbambolato” Francesco trascorre le sue giornate malinconiche impagliando animali. A fargli compagnia nella villa di famiglia è rimasta solo Iris, una donna spregevole e ambigua che ha cresciuto e accudito il giovane orfano con attenzioni al di fuori del normale, intrecciando con lui un rapporto morboso e perverso fondato sulla ricerca di una sessualità deviata, che sembra quasi una parafrasi del classico complesso edipico. Il cuore di Francesco batte però per la bella Anna. Quando quest’ultima muore prematuramente - prima che i due innamorati si siano potuti unire in un rapporto fisico - la mente del giovane cede alla follia ed elabora un piano delirante. Francesco, incapace di affrontare la perdita, decide infatti di dissotterrare il cadavere della sua fidanzata, di imbalsamarlo e tenerlo in casa con sé, come simulacro di un amore e di un desiderio di possesso a cui si ostina a non voler rinunciare.

Buio Omega è probabilmente uno dei migliori film dell’eclettico Joe D’Amato (all’anagrafe Aristide Massaccesi) che dà prova di una grandissima abilità dietro la macchina da presa e realizza una delle punte di diamante del genere splatter nostrano e non solo. Buio Omega è infatti considerato un vero cult da tutti gli appassionati del filone ed è un titolo che ha fatto sicuramente scuola, pur rimanendo unico nel suo genere.

D’amato dipinge in chiave horror e macabra l’affresco di un amore impossibile e non consumato, che degenera a causa di turbe psichiche e ossessioni. Lo fa soprattutto con spruzzi di sangue che grondano ovunque, interiora, frattaglie, ventresca. Lo fa con i morsi, con le mutilazioni, un erotismo deviato, malsano e malamente represso. Un amore tanto desiderato quanto impossibile e sconsiderato, che il regista si limita a ritrarre, ben lungi dal volerlo analizzare, indugiando languidamente sui dettagli più ributtanti, come i cadaveri sventrati o più o meno decomposti (questi ultimi finiscono col rubare la scena ai vivi), le torture, le nudità e tutto ciò che c’è di carnale. La casa diventa teatro di indicibili abomini e di rapporti di natura infima, racchiudendo scene degne di un mattatoio: più che abitazione, si fa laboratorio di sadiche gesta, prigione e mausoleo. Senza però rinunciare a riacquistare, in alcuni momenti decisamente insoliti e disturbanti, il suo ruolo di ambiente della quotidiana convivialità. (Sarah Pompili)

 

Da notare- L’attore Kieran Canter che qui interpreta il ruolo di Francesco, il protagonista maschile, in seguito si dedicò al porno, genere molto caro anche a D’Amato.

Perché su Bizzarro- Contiene scene macabre e granguignolesche decisamente esplicite per un film di quel periodo.

Film (più o meno) simili: Il terzo occhio (1966), La Morte ha sorriso all’assassino (1973)

 

Trailer

 

NOTE:

Edizione italiana: fuori catalogo

 

Scheda del film a cura di: Sarah Pompili


1 Commento

Autore Commento
Deannaceart Rooms echoes snook if the unfit for group if and Buy discount cialis and your grub on at Perturbation Dutch Streamline
http://propeciaqb.com/#

cialis pills for sale
cialis on line
cialis generic brand
buy tadalafil 20mg price

the revolution spontaneity propelling bast which leftist
Honourable Attitude vak
Gain Site vak
Fitting Plat vak
033_7ee
Commento inserito : Fri 13-03-20


Commenta questo film Commenta questo film
Autore Commento

BBCode è Attivo .

Inserire il codice* Codice

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU

 

 


 

Cinema Bizzarro

Ultimi commenti

DB function failed with error number 144
Table './bizzarrocinema/jos_easycomments' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed SQL=SELECT eco.`id`, eco.`contentid`, eco.`comment`, ct.`title` as ct_title FROM `jos_easycomments`as eco INNER JOIN `jos_content` AS ct ON ct.`id` = eco.`contentid` WHERE eco.`published` = '1' ORDER BY eco.`date` DESC LIMIT 6