Home Generi & commistioni Lucertola con la pelle di donna, Una

Lucertola con la pelle di donna, Una Lucertola con la pelle di donna, Una
Categoria Generi & commistioni
Tipologia Lungometraggio
Genere Thriller
Parole chiave Thriller psicologico, Vicini di casa, Sogni e incubi

Regia: Lucio Fulci
Cast:
Florinda Bolkan, Jean Sorel, Leo Glenn
Sceneggiatura Lucio Fulci
Colonna Sonora Ennio Morricone
Anno: 1971
Nazione: Italia, Spagna, Francia
Durata: 98 minuti
In breve:
Storia sconclusionata per Lucio Fulci, alle prese con un giallo onirico stile Argento
Visite: 2046

Il Film


CARATTERISTICHE DEL FILM:

Stile: Argento (Dario)
Ritmo: lento ma crescente
Erotismo: fantasie lesbo
Sangue: non eccessivo
Azione: poca

 

Recensione:

Quando i sogni diventano realtà…

Carol, moglie di un avvocato londinese, ha frequenti incubi di carattere sessuale riguardanti la sua vicina di casa Julia Durer, donna dalla vita dissoluta. Nell’ultimo di questi sogni Carol uccide la donna, che il giorno dopo viene ritrovata morta secondo quanto sognato dalla protagonista. Chi vuole incastrare la povera Carol?

Storia sconclusionata e molta carne al fuoco, il tutto presentato in maniera classica secondo il genere del thriller all’italiana di quegli anni: la scena del sogno iniziale è ambiziosa e mette subito lo spettatore di fronte a forti scene erotiche, mentre il mistero da sbrogliare si svolgerà a fatica per tutta la durata del film. I personaggi coinvolti sono molti, e questo invece di arricchire la vicenda non fa altro che complicarla, rendendo il momento del finale (illustrato secondo il metodo della spiegazione precisa e risolutiva del detective a capo dell’indagine) quasi liberatorio.

Molti sono comunque gli aspetti positivi del film, su tutti l’intreccio tra l'elemento onirico e quello più standard del giallo all’italiana, e poi ancora le musiche curate da Ennio Morricone, che contribuiscono a questo sposalizio unendo temi più progressive - secondo quanto dettava la musica del momento - a motivi orecchiabili e inquietanti che saranno poi la cifra stilistica di molti film dell'epoca. Anche una delle poche scene d’azione - quella dell’inseguimento all’interno dell’Alexandra Palace - va a confermare la buona qualità tecnica della pellicola.  (Alessandro Cruciani)

 

 

Da notare- La scena dei cani vivisezionati causò molti problemi all’epoca.

Perché su Bizzarro- Incursione poco conosciuta del maestro Fulci nel futuro mondo di Argento

Film (più o meno) simili: L’uccello dalle piume di cristallo (1970), 4 mosche di velluto grigio (1971), Sette note in Nero (1977)

 

Edizioni home video disponibili

 

Trailer

 

NOTE:

Edizione italiana: DVD CGHV

 

Scheda del film a cura di: Alessandro Cruciani


Non sono presenti Commenti


Commenta questo film Commenta questo film
Autore Commento

BBCode è Attivo .

Inserire il codice* Codice

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU