Home Inclassificabili Serpente di fuoco, Il (The Trip)

Serpente di fuoco, Il (The Trip) Serpente di fuoco, Il (The Trip)
Titolo originale: The Trip

Categoria Inclassificabili
Tipologia Lungometraggio
Genere Drammatico
Parole chiave Droghe, Sogni e incubi

Regia: Roger Corman
Cast:
Peter Fonda, Susan Strasberg, Bruce Dern
Sceneggiatura Jack Nicholson
Anno: 1967
Nazione: Usa
Durata: 85 minuti
In breve:
Roger Corman ci accompagna in un viaggio psichedelico nei meandri dell'LSD
Visite: 4231

Il Film


CARATTERISTICHE DEL FILM:

Stile: psichedelico
Ritmo: sostenuto
Erotismo: onirico

 

Recensione:

Quand’è che finisce il viaggio?

Il giovane regista di spot Paul, in preda ad una crisi professionale e sentimentale (si sta separando dalla moglie Sally) chiede a un suo amico abbastanza ferrato in materia di assisterlo durante la sua prima “esperienza” con l’LSD: da quel momento per il protagonista inizia un viaggio in continua oscillazione tra visioni e realtà, finché non sarà più in grado di distinguere l’una dall’altra.

Un messaggio iniziale avverte gli spettatori che il film è un’opera di finzione il cui scopo è far riflettere sull’uso smoderato di queste droghe chimiche e sugli effetti che possono causare: nobile intenzione questa che forse viene vanificata dal presentare il cosiddetto “viaggio” in modo alquanto fascinoso. Il film segue infatti, quasi scientificamente, le varie fasi dell’esperienza allucinogena del protagonista, come se il pubblico dovesse assistere e prendere appunti durante una lezione universitaria. Gli effetti speciali dell’epoca – luci sovrapposte, montaggio forsennato su musica psichedelica – sono ottimi e trasmettono le giuste sensazioni e la giusta perdita delle normali cognizioni e percezioni del protagonista: il viaggio è rappresentato da una serie di immagini con riferimenti alle grandi tematiche della vita (amore, morte, sesso, libertà). Non senza puntare il dito però – ed è qui che si concretizza il messaggio iniziale – contro un certo mondo, quello dei figli dei fiori di San Francisco (all’epoca città di riferimento per questo genere di cose). Le ville in collina in cui si radunano questi personaggi per abbandonarsi all’uso di droghe sono descritti come paradisi "ovattati", da cui è sconsigliabile far uscire la magia creata: fuori da lì, ognuno deve vedersela da solo e confrontarsi con i propri demoni senza l’aiuto di nessuno. Roger Corman al di fuori del suo campo confeziona un prodotto ambivalente, che ha sicuramente movimentato i cinema dell’epoca e non solo. (Alessandro Cruciani)

 

 

Da notare- Scritto da Jack Nicholson (si dice dopo una sua reale esperienza con l'LSD) e interpretato da Peter Fonda e Dennis Hopper, stesso trio che si ritrova in Easy Rider.

Perché su Bizzarro- Un film che mette in scena l'uso e gli effetti delle sostanze allucinogene, con il fine ultimo di sconsigliarne l'assunzione...

Film (più o meno) simili: Psych-out (1968), Easy Rider (1969)

 

Trailer

 

NOTE:

Edizione italiana: fuori catalogo

 

Scheda del film a cura di: Alessandro Cruciani


1 Commento

Autore Commento
Anitra This forum needed shnkaig up and you've just done that. Great post! http://qqqrfguf.com nsletgx [link=http://gkocflcf.com]gkocflcf[/link]
Commento inserito : Thu 05-01-17
Rangle Good to see a tanlet at work. I can't match that.
Commento inserito : Thu 05-01-17
Amelia Gee whiz, and I thuhgot this would be hard to find out.
Commento inserito : Mon 02-01-17
Vlora she liked him so im agratived betrayed and hurt all in one visit, i treated her great and she said there was no spark for now and i dont know how id get it back, i dont think she cared about anything honestly. i dont know anything anymore.
Commento inserito : Mon 02-01-17


Commenta questo film Commenta questo film
Autore Commento

BBCode è Attivo .

Inserire il codice* Codice

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU