Home Auteurs & raffinatezze Banda, la

Banda, la Banda, la
Titolo originale: Bikur Ha-Tizmoret

Categoria Auteurs & raffinatezze
Tipologia Lungometraggio
Genere Commedia, Drammatico
Parole chiave Gruppo/banda musicale, Intreccio notturno

Regia: Eran Kolirin
Cast:
Sasson Gabai, Ronit Elkabetz, Saleh Bakri, Khalifa Natour
Sceneggiatura Eran Kolirin
Colonna Sonora Prova
Anno: 2007
Nazione: Israele, Francia
Durata: 90 minuti
Distribuzione: Mikado
In breve:
Un film che gioca di sottrazione, riuscendo a tirar fuori il massimo dal minimo.
Visite: 2711

Il Film


CARATTERISTICHE DEL FILM:

Stile: elegante, buffo, malinconico.
Rirtmo: giocato benissimo tra pause e piccole impennate.
Humour: irresistibilmente vintage.
Emozione: inaspettata.
Erotismo: accennato.

Recensione:

S-banda-menti...

è un vero sollievo scoprire che c’è ancora qualcuno, nel mondo, capace di fare film sobri e misurati; capace di stupire senza effetti speciali o espedienti di grana grossa. Qualcuno come Eran Kolirin che, con questo suo primo lungometraggio, ci mostra la bellezza della semplicità.

I componenti di una piccola banda musicale della polizia egiziana, sono in viaggio. Devono raggiungere il centro culturale arabo di una grande città israeliana, per suonare durante la cerimonia d’inaugurazione. Giunti all’aeroporto, non trovano nessuno ad aspettarli e, dopo aver chiesto indicazioni, decidono di incamminarsi da soli. Ma un errore di pronuncia, capace di trasformare una destinazione in un’altra, li porterà nel luogo sbagliato: una desolata cittadina costruita in mezzo al deserto. Non potendo partire prima del giorno seguente, i musicisti, saranno costretti ad accettare l’ospitalità della gente del posto.

Sono pochi ma buoni gli elementi che compongono questo affresco strambo e romantico. Otto personaggi vestiti d’azzurro e inseriti in un mondo pasoliniano, diventano congegni perfetti per la creazione di immagini surreali; la predilezione di silenzi, facce ed espressioni – piuttosto che di battute – dona all’umorismo una vena retrò particolarmente irresistibile; i risvolti, mai lacrimevoli e patetici, ma sempre eleganti e trattenuti, formano personaggi dallo spessore inatteso. A tutto questo si aggiunge la fluidità del tocco registico che alterna il buffo al malinconico, l’umoristico al dolente, senza creare collisione alcuna. Un film che gioca di sottrazione, riuscendo a tirar fuori il massimo dal minimo. (Daniele 'Danno' Silipo)

Da notare- In Israele hanno attori incredibili...

Perché su Bizzarro- Tutto il film è sottilmente surreale, sospeso in un mondo lievemente isolato dalla realtà.

Film (più o meno) Simili: ???

Trailer

NOTE:

Edizione italiana: Dolmen Home Video (DVD)

Altri titoli: The Band's Visit (titolo internazionale)

Premi principali: Un Certain Regard (Eran Kolirin) al Festival di Cannes 2007; Rivelazione dell’anno (Eran Kolirin) e miglior attore (Sasson Gabai) agli European Film Award 2007; otto premi e cinque nomination agli Awards of the Israeli Film Academy 2007.

Scheda del film a cura di: Daniele 'Danno' Silipo


Non sono presenti Commenti


Commenta questo film Commenta questo film
Autore Commento

BBCode è Attivo .

Inserire il codice* Codice

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU