Home

Maskia!
Scritto da Daniele 'Danno' Silipo   
Thursday 26 May 2011

In breve Film underground prettamente rivolto a un pubblico adulto, Maskia! ci trascina in un futuro post-atomico tra società fallocratiche e bande di donne selvatiche. Censuratissimo e delirante cult del cinema asiatico.

 

Regia Karm He La, Lu Hi Sa Paese Thai/HK/Jap, 1999
Genere Fantascienza, Erotico

Attenzione: questo film non esiste, quanto segue è pura invenzione

 

IL FILM

 

Un'esplosione atomica ha condotto il pianeta Terra verso un nuovo medioevo e vista la scarsità di donne, i maschietti si sono riorganizzati. Una nuova società fallocratica si è sviluppata, edificando una modernissima città denominata Lavulva, cinta da mura invalicabili. La classe politica che la comanda è quella dei Chirurghi, uomini considerati semidei che conoscono la vecchia arte del bisturi e della clonazione, e sono in grado di realizzare donne su misura. Infatti Lavulva è abitata da tre categorie di persone:

1. Gli Impiegati-Operai: ometti rachitici e timidoni sempre indaffarati. Sono loro a mandare avanti la città, sbrigando le pratiche burocratiche e facendo funzionare tutti gli ingranaggi necessari.

2. I Chirurghi: omoni filiformi, alti due metri, dotati di una voce profonda e cavernosa. Sono loro a produrre Le Femmine e metterle a disposizione degli Impiegati-Operai nei bordelli pubblici.

3. Le Femmine: stangone tutte culo e tette, prodotte in laboratorio, dotate di scarse capacità intellettive e di un vocabolario striminzito. A volte alcuni prototipi di Femmina escono male, con troppo cervello e con un vocabolario troppo sviluppato.

Le Femmine “difettose” spesso riescono a scappare da Lavulva, raggiungendo la ZonaG, un enorme deserto (con oasi e rimasugli della precedente civiltà) dove vivono le altre Femmine ribelli denominate Rejette. Queste sono comandate da Maskia, un donnone sperimentale a cui i Chirurghi avevano provato (riuscendoci) ad attaccare un membro virile. Maskia si tromba tutte le altre Rejette che sfornano i Pargoli, bambini ciccioni asessuati che mangiano tutto quello che vedono, producendo feci tossiche (?!). Maskia e le sue Femmine intraprenderanno ben presto una guerra devastante contro i Chirurghi. Rimarranno solo i Pargoli a mangiarsi il mondo e a produrre merda.

 

Tra i due litiganti il terzo gode, e non è detto che il “terzo” sia il migliore. Questo sembrano dirci i due registi asiatici Karm He La e Lu Hi Sa, specializzati in produzioni underground prettamente rivolte a un pubblico adulto. Con questo Maskia! sono stati accusati di tutto l'accusabile: maschilismo, femminismo, omofobia, nichilismo e scabbia. Censuratissimo in tutto il mondo, il film è diventato in breve tempo un cult movie, malgrado alcuni rimaneggiamenti davvero insostenibili. Tanto per capirci: nella versione Usa il pene di Maskia è stato cancellato in CG e sostituito con un secondo ombelico. Al di là di tutto, si vede che Karm He La e Lu Hi Sa non hanno la minima idea di quel che fanno e di quel che dicono, ma non sempre è necessario avere le idee chiare, basta saper scegliere il microfonista (lo slavo Huber Balbo), vero punto di forza del film che gli fa guadagnare moltissimi punti e lo consegna alla storia. Minchia se si sente bene! (Daniele 'Danno' Silipo)

 

» Nessun commento
Non ci sono commenti fino ad ora.
» Invia commento
Email (non verrà pubblicata)
Nome
Titolo
Commento
 caratteri rimanenti
 
Pros. >

Recensioni

Rubriche

 

cineforum

 

 

Non cinema

 

 

Non cinema

 

TRADUTTORE

 

 

 

PARTNER

 

 

 

 

 

 

CI TROVI ANCHE SU